Ikendenshin

dedizione e passione un gruppo di pratica fondato su amicizia e rispetto

Viviamo in una regione, le Marche, in cui il Kendo non è di certo un’arte molto diffusa.

Noi però, attraverso passione e dedizione e con l’ausilio di insegnanti qualificati, abbiamo creato un gruppo di pratica solido e fondato su amicizia e rispetto.

Oltre alla partecipazione a numerosi stage nazionali, internazionali e competizioni, è anche attraverso il blog di Kendo nelle Marche, al quale collaborano praticanti di tutta Italia, che abbiamo promosso la divulgazione del Kendo nelle nostre zone e non solo.

Dopo aver praticato all’interno di altre associazioni per diversi anni, nell’Aprile del 2013 abbiamo costituito Ikendenshin, un’associazione senza scopo di lucro, che mira all’esclusiva promozione del Kendo e si avvale della supervisione tecnica di Stefano Betti (Kendo 7°dan).


Guarda il video del nostro dojo

con chi siamo

La nostra Associazione è regolarmente iscritta alla Confederazione Italiana Kendo (affiliata a EKF e FIK).

Ha in essere diverse collaborazioni con vari Istituti Scolastici della provincia di Pesaro Urbino per la divulgazioni del Kendo tra le ragazze ed i ragazzi.

Ha in essere, inoltre, un’importante convenzione relativi ai tirocini formativi per gli studenti del “Dipartimento di Scienze Biomolecolari – Scuola di Scienze Motorie” presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.

Ikendenshin è

Alessio Nicolini

4° dan
Insegnante CIK

Raffaele Venturini

2° dan

Raffaella Ugoccioni

1° dan

Alberto Montanari

1° dan

Alessandro Tinti

2° kyu

Nicola Bruno

2° kyu

Nicolò Fienga

3° kyu

Gino Fienga

3° kyu

Riccardo Sina

3° kyu

Mattia Giovanelli

3° kyu 

Marco Cadau

4° kyu

Michele Baglioni

mukyu

Nadia Lazzarini

mukyu

…da cuore a cuore…

i pensieri di chi pratica con noi

A distanza di ormai molti anni di pratica posso dire che l’aspetto che più mi affascina del Kendo è il trovare in questa disciplina il puro divertimento e contemporaneamente la crescita personale, su tutti i piani.

Alessio

Il kendo è una pratica complessa con una dottrina semplice alla base, ognuno la interpreta come vuole, ma il cuore è sempre quello: raggiungere il proprio massimo, dando il massimo, seguendo la via della spada.

Nicola

Kendo non è solo un’arte marziale, Kendo riguarda anche i legami e il rispetto verso i tuoi compagni e verso il dojo.

Non è solo un’arte marziale, è anche una continua lezione di vita.

Alessandro

Il Dojo in fondo , è un gruppo di persone…
da “ grandicello” ho voluto misurarmi, con limiti e insicurezza che non provavo più da anni.
Ho trovato accoglienza lealtà ed una buona dose di divertimento.

Marco

Da non amante dell’allenamento fisico, il kendo si è rivelata essere la chiave giusta per bypassare più di un problema.
Mentre il pensiero di svegliarmi alle 6 del mattino per andare a correre mi metterebbe un disagio non facilmente arginabile, la via della spada non solo mi ha fatto trovare le forze per farlo ogni mattina, ma quando prendo in mano lo shinai la stanchezza e i problemi scompaiono.
Per questo è una disciplina che consiglio sia a chi non è ancora riuscito a trovare la sua dimensione in una palestra “convenzionale”, sia agli appassionati del sol levante, ma anche a chi vuole affacciarsi a esercizi meditativi che per un motivo o per un altro non ha ancora cominciato a praticare, forse per timore di una noia che con il kendo, sono certo, non proverà.

Mattia

Faccio parte di questo dojo da quando si è formato.
Essendo donna non ho sempre avuto compagne con me e per molti anni sono stata l’unica donna ma non mi sono mai sentita “diversa”.
Tutti nel dojo accettano l’essenza di ciò che sono una persona sincera che pratica per migliorare se stessa, affrontare paure e cercare o meno di superare piccoli ostacoli.

Raffaella

Il dono più bello che ho ricevuto è stato quello di ritrovarmi in un gruppo di persone dove la pratica, il rispetto, la voglia di crescere insieme e l’amicizia sono valori forti e condivisi.

Gino